Master in Mobility Innovation and Management Università Ca´Foscari Venezia

L’industria dell’auto del ‘900, a partire dalla rivoluzionaria innovazione di Henry Ford che, trasformando la sua produzione, l' ha reso un prodotto di massa condizionando lo sviluppo della società, della tecnologia, del lavoro e delle infrastrutture. Oggi, a 100 anni da quella rivoluzione, siamo nuovamente di fronte ad un cambiamento , collegato a quattro fattori: l’esigenza di ridurre l’impatto ambientale nell’utilizzo dell’auto e la congestione dei centri urbani; lo sviluppo di tecnologie che offrono nuove soluzioni per ridurre l’impatto ambientale e per innovare i cicli di produzione e di utilizzo dell’auto, con il conseguente ingresso nell’industria della mobilità di nuovi attori; attitudini differenti dei consumatori verso i servizi della mobilità, che vedono affievolirsi la valenza del “possesso” dell'automobile, sostituito dal concetto di "utilizzo-fruizione" un rinnovato interesse delle amministrazioni pubbliche nel disegno di nuovi sistemi di mobilità.

Contatti Website

L’evoluzione di un sistema così complesso nella direzione della sostenibilità e dell’aumento sostanziale delle opportunità per tutti gli stakeholder, pone due problemi di difficile soluzione e gestione:

  • la transizione; gli attori coinvolti hanno spesso competenze, obiettivi, interessi e punti di vista difficilmente conciliabili (si pensi alle imprese dell’attuale filiera che subiranno un’inevitabile obsolescenza tecnologica, ai lavoratori che dovranno riqualificarsi o perderanno il lavoro, etc.)
  • l’adattamento ai nuovi meccanismi di creazione del valore generato da tale nuovo sistema; affinché il nuovo sistema sia davvero sostenibile in chiave ambientale, economica e sociale è necessario che i vari stakeholder (produttori della filiera auto, amministrazioni pubbliche, nuove imprese entranti nel sistema della mobilità, lavoratori, cittadini) vi riconoscano opportunità di aumentare la propria quota di valore e non vedano, invece, in tali cambiamenti un indebolimento della propria posizione competitiva o del proprio potere negoziale.
Finalità

Obiettivi

Il Master ha l’obiettivo di formare nuove figure professionali che sappiano operare da raccordo e integrare competenze diverse: il focus sulle competenze economico-manageriali sarà affiancato dallo sviluppo di competenze urbanistiche, di pianificazione e di sviluppo di sistemi sostenibili. La formazione di tali nuovi profili è una necessità ormai evidenziata nel mercato del lavoro e risponde all’esigenza di accelerare il processo di cambiamento del sistema della mobilità nella direzione della sostenibilità nelle dimensioni economica, ambientale e sociale. Al momento, infatti, la capacità dei vari attori di integrare le competenze e coordinare la propria azione, ovvero di “gestire” in modo armonico lo “sviluppo” verso la mobilità sostenibile risulta fortemente penalizzata dall’appartenenza degli esperti automotive e della mobilità a comunità di pratica che hanno forte difficoltà ad interagire (si pensi, ad esempio, agli attori della filiera automotive, da un lato, ai pianificatori urbani e dei sistemi di mobilità, ai fornitori di servizi, etc., dall’altro). L’approccio complessivo del Master tende a superare queste barriere attraverso lo sviluppo e acquisizione di competenze nuove che facilitino la comprensione delle esigenze dei vari stakeholder dei nuovi sistemi della mobilità e la possibilità di fungere da mediatori di contesti diversi con la capacità di vedere nuove forme di coordinamento e nuovi modelli di business.

Costo del master: 15000 Esente IVA
Richiedi maggiori informazioni a:
Università Ca´Foscari Venezia

Master in Mobility Innovation and Management

Puoi anche scrivere un messaggio:

* campi obbligatori

Acconsento alla registrazione dei miei dati nel data base Mercurius. I miei dati NON saranno mai ceduti a terzi ad esclusione della scuola contattata. Acconsento a ricevere informazioni sulle opportunità di formazione post-laurea.

Normativa privacy
  • Altre edizioni
  • Venezia - Italia 16 gennaio 2020

Social stream