Master in Giornalismo "GIORGIO BOCCA" Università degli Studi di Torino Università degli studi di Torino - Corep

Il Master in Giornalismo ‘Giorgio Bocca’ istituito dall'Università degli Studi di Torino e dall'Ordine Nazionale dei Giornalisti è un master universitario biennale di I livello. Il master sostituisce il praticantato giornalistico. La frequenza è obbligatoria e a tempo pieno. Il Master si avvale di docenti universitari e di tutor (giornalisti professionisti). Sono previste mille ore all’anno di lezioni, di cui 150 di didattica e 850 tra seminari e laboratori giornalistici.I laboratori (giornalismo cartaceo, giornalismo online, giornalismo televisivo, giornalismo radiofonico, giornalismo per uffici stampa) sostituiscono il praticantato giornalistico e sono diretti dal Direttore delle testate e dei laboratori. La testata del Master si chiama “Futura” (www.futura.news) e contiene tutti i prodotti editoriali realizzati dagli studenti. Sono previsti 5 mesi di stage: 2 al termine del primo anno e 3 al termine del secondo. Costo 13mila euro, sono previste borse di studio.

Sabrina Roglio Website

  • 0116704888
  • Master di primo Livello
  • Italiano
  • Full time
  • 2000 Ore

Il Master in Giornalismo di Torino è nato nel 2004 per iniziativa dell’Ordine dei Giornalisti (nazionale e regionale) e dell’Università ed è stato intitolato a Giorgio Bocca nel 2013.

E’ un’attività formativa professionalizzante in stretta collaborazione con un Ordine professionale (il Master sostituisce il periodo di due anni di praticantato previsto dalla legge per sostenere l’esame di Stato e conseguire il titolo professionale) e in diretto contatto con la realtà dell’informazione e dell’editoria.

Si tratta di un percorso post-laurea al quale accedono 20 studenti attraverso una selezione. La classe è impegnata nella didattica teorica e pratica a tempo pieno e frequenta corsi accademici e laboratori condotti da giornalisti professionisti, nell’ambito dei quali si realizza il sito online www.futura.news, il quindicinale pdf Futura, un giornale radio quotidiano in onda su Radio 110, un telegiornale settimanale, diversi podcast e video, il social media management, una newsletter e varie simulazioni di agenzia di stampa. Il Master offre un percorso di specializzazione basato sia su qualificate docenze universitarie, che offrono le conoscenze teoriche e metodologiche necessarie a misurarsi con la complessità di un giornalismo in costante trasformazione e sempre più orientato alla valorizzazione dei “saperi esperti”; sia sull’addestramento alle competenze pratiche e operative per la realizzazione di prodotti editoriali online (tra cui infografica e data visualization, data-journalism, fact-checking digitale) e dell’audiovisivo (tecniche di conduzione, stand-up, riprese e montaggio per la televisione e i video digitali; tecniche di scrittura, conduzione e produzione per la radio e il podcasting), con focus più strutturati sul giornalismo economico e su quello scientifico scientifico.

Finalità

- Gli studenti e le studentesse saranno formati per scrivere articoli, realizzare foto-notizie e produrre servizi radiotelevisivi, podcast e per praticare le tecniche del giornalismo digitale tra social media, big data e fact-checking.

- Le professioni nel mondo dell’informazione sono nel mezzo di un cambio di paradigma e il Master ha, tra i suoi obiettivi prioritari, la formazione di giornalisti e giornaliste attrezzati con le competenze professionali, culturali e tecnologiche adeguate, integrando i diversi linguaggi della comunicazione che coesistono negli ecosistemi del giornalismo digitale contemporaneo. Sono allora oggetto di formazione ed esercitazione anche conoscenze avanzate in merito al funzionamento degli algoritmi applicati al campo informativo, dei bot come amplificatori di viralità negli ecosistemi della comunicazione digitale, nonché delle implicazioni dell’intelligenza artificiale su produzione e consumo di contenuti. Saranno infine esplorati ed esperiti i nascenti modelli imprenditoriali per la sostenibilità del settore.

- Il Master offre un percorso di specializzazione basato sia su qualificate docenze universitarie, che offrono le conoscenze teoriche e metodologiche necessarie a misurarsi con la complessità di un giornalismo in costante trasformazione e sempre più orientato alla valorizzazione dei “saperi esperti”; sia sull’addestramento alle competenze pratiche e operative per la realizzazione di prodotti editoriali online (tra cui infografica e data visualization, data-journalism, fact-checking digitale) e dell’audiovisivo (tecniche di conduzione, stand-up, riprese e montaggio per la televisione e i video digitali; tecniche di scrittura, conduzione e produzione per la radio e il podcasting), con focus più strutturati sul giornalismo economico e su quello scientifico scientifico.

La frequenza è obbligatoria e a tempo pieno.

Il Master si avvale di docenti universitari e di tutor (giornalisti professionisti che seguono i laboratori) accuratamente selezionati ogni anno attraverso bandi pubblici. Sono previste mille ore all’anno di lezioni, di cui 150 di didattica frontale e 850 tra seminari e laboratori giornalistici.
I laboratori (giornalismo cartaceo, giornalismo online – data journalism, social media, storytelling multimediale -, giornalismo televisivo, giornalismo radiofonico, giornalismo per uffici stampa) sostituiscono il praticantato giornalistico e sono diretti dal Direttore delle testate e dei laboratori. La testata del Master si chiama “Futura” (www.futura.news): contiene e rilancia tutti i prodotti editoriali realizzati dagli studenti.

Sono previsti cinque mesi di stage (due al termine del primo anno e tre al termine del secondo) da svolgere presso testate giornalistiche in Italia e all’estero.

Per verificare l’apprendimento, durante l’anno scolastico sono programmate prove in itinere con valutazione espressa in trentesimi, mentre, a conclusione dell’intero percorso, è prevista una verifica finale espressa in cento decimi.

Al termine del biennio, dopo la discussione della tesi di fine Master, i praticanti potranno sostenere l’esame di idoneità professionale e iscriversi presso il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Lauree di I livello: Laureati in tutte le classi di I livello del Nuovo Ordinamento,

Lauree di II livello: Laureati in tutte le classi di II livello del Nuovo Ordinamento), o di altro titolo equipollente conseguito all’estero (la cui idoneità sarà valutata insindacabilmente dalla Commissione di Selezione ed è subordinata alla verifica di congruità da parte dell’Ufficio Studenti Stranieri e Traduzioni).

Sono ammessi anche i laureandi a condizione che conseguano il titolo entro il termine di presentazione della domanda online di ammissione alla selezione come da “Integrazione e modifica al Regolamento per la disciplina dei Master – Decorrenza a.a. 2017-2018 emanato con DR 2143 del 30/06/2017” (emanato con DR 4000 del 23/11/2017)”.

L’età dei candidati non dovrà essere superiore ai 35 anni compiuti alla scadenza del termine della domanda di iscrizione.

Requisiti per essere ammessi:
  • Laurea primo livello
  • Laurea Magistrale/Specialistica/Vecchio ordinamento
  • Laureandi
  • Disoccupati
Costo del master: 13000 Incl. IVA
Richiedi maggiori informazioni a:
Università degli Studi di Torino
Università degli studi di Torino - Corep

        Master in Giornalismo "GIORGIO BOCCA"

                  Puoi anche scrivere un messaggio:

                    * campi obbligatori
                    Normativa privacy
                      • Altre edizioni
                      • Torino - Italia

                      Social stream

                      Provenienza allievi Worldwide:
                      Professione Corpo Docente:
                      15%
                      Docenti universitari
                      85%
                      Professionisti
                      * I dati potrebbero essere relativi alla Scuola e non al Master

                      Università degli Studi di Torino

                      (17)
                      • Dipartimento di Management (3)
                      • Dipartimenti di Culture, Politica e Società - Informatica - Matematica - Economia e Statistica - Corep (1)
                      • Dipartimenti di: Studi Umanistici, Culture Politica e Società, Informatica, Filosofia e Scienze dell'Educazione - Corep (1)
                      • SUPSI-Scuola Professionale Svizzera Italiana (1)
                      • Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari - Corep (1)
                      • Università degli Studi di Torino-SAA (1)
                      • Università degli studi di Torino - Corep (4)
                      • SAA - School of Management (1)
                      • SUISS, Stato Maggiore della Difesa e Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) (2)
                      • Dipartimento di Culture, Politica e Societa - Dipartimento di Informatica - Dipartimento di Management (1)
                      • Dipartiento di Giurisprudenza, Dipartimento di Informatica - Corep (1)