Master in Gestione e Riutilizzo di Beni e Aziende Confiscati alle Mafie. Pio La Torre Alma Mater Studiorum Università di Bologna

La riforma L. 161/2017, ha previsto formalmente la possibilitàdi conferire il c.d. doppio incarico, ossia di valorizzare dueprofessionalità all’interno della medesima gestione; parimentisi enfatizza il ruolo dei Coadiutori, tecnici ed esperti di diversanatura e competenza che possono essere chiamati ad assisterel’amministrazione delle realtà complesse. Il sistema dirotazione degli incarichi apre a nuove platee i possibili soggetticoinvolgibili.

Segreteria Didattica Website

Tale iniziativa di formazione post-laurea nasce da
un’esigenza concreta: colmare la lacuna di professionalità
rispetto a un procedimento - quello disegnato dal Codice
Antimafia - che si presta a coinvolgere competenze
plurisettoriali in chiave multidisciplinare.
La recente Riforma del Codice antimafia, entrata in
vigore il 19 novembre 2017, testimonia una grande
attenzione alla materia, rispetto alla quale la
formazione specializzante sembra essere l’unica risposta
per fronteggiare la grande sfida della gestione proficua e
del riutilizzo effettivo dei beni e delle aziende sottratti ai
patrimoni criminali.
Sul versante della gestione dei beni e delle
aziende sequestrati e confiscati, il Master offre
una preparazione specifica basata su un solido
approfondimento della normativa, anche all’esito della
recente novella, e sulla condivisione delle best practices
di amministrazione giudiziaria. La recente introduzione
della possibilità di nomine congiunte fra diversi specialisti
impone un approccio integrato amministrazione –
management, rispetto al quale il Master offre moduli
dedicati alla gestione di realtà produttive complesse, con
impostazione pratica e fattuale.
Sul versante del riutilizzo, il Master consente di acquisire
i migliori strumenti di progettazione per l’ottenimento
dell’assegnazione dei beni da parte di soggetti pubblici e
privati (enti, cooperative, associazioni), anche nell’ottica
della recente predisposizione di fondi dedicati e forme di
sostegno e finanziamento ad hoc.
Mediante un corpo docente che annovera da cinque
edizioni i massimi esperti del settore a livello nazionale,
il Master in “Gestione e riutilizzo dei beni e delle aziende
confiscati alle mafie. Pio La Torre” si propone di formare
professionalità altamente qualificate in grado di gestire
i meccanismi di amministrazione e riutilizzo di una
ricchezza sana che sia fonte di opportunità, di lavoro e di
crescita per il tutto il territorio.

Finalità

Il Master è diretto a:
• Dottori commercialisti e avvocati che intendono iscriversi all’Albo
degli Amministratori giudiziari, così come indicato nella recente
Riforma L. 161/2017.
• Professionisti, a vario titolo, in possesso delle competenze necessarie
per accedere alle nomine di Coadiutore dell’amministratore
giudiziario (periti, consulenti nelle differenti aree interessate alla
gestione).
• Manager ed esperti di marketing per le attività di gestione
integrata delle realtà produttive e dell’implementazione dei piani di
riutilizzo.
• Ingegneri e architetti interessati alle valutazioni tecniche dei beni,
alla predisposizione dei modelli di riutilizzo e conversione, nonché alla
mappatura dei beni confiscati.
• Funzionari e dipendenti di Enti Locali e Pubbliche
Amministrazioni per i quali si renda necessaria un’attività di
progettazione e monitoraggio dei bandi e di coordinamento delle
risorse umane ed economiche.
• Membri di associazioni e cooperative che vogliono dotarsi
dello strumentario necessario per l’adesione ai bandi pubblici di
assegnazione dei beni.
• Addetti alla gestione di problematiche finanziarie, bancarie
e assicurative della materia.
• Appartenenti alle Forze dell’Ordine interessati ad approfondire
lo studio degli strumenti investigativi finalizzati all’aggressione dei
patrimoni criminali.
Il diploma di Master di II livello conseguito a conclusione della prova
finale, costituisce titolo rilevante per la valutazione in sede di concorso
pubblico.

MODULO 1: Inquadramento sociologico-giuridico del fenomeno mafioso.
Strategie e dinamiche della criminalità organizzata.
MODULO 2: Amministrazione dei beni e delle aziende sequestrate e
confiscate: dalla gestione al managment.
MODULO 3: Assegnazione e valorizzazione dei beni e delle aziende
sequestrati e confiscati.
Al termine delle lezioni frontali, i candidati possono scegliere se realizzare
una tesi (percorso indicato per i lavoratori) o svolgere un tirocinio presso
enti, professionisti e strutture ospitanti. Da quest’anno, lo stage si arricchisce
di un’offerta formativa unica: grazie ad una convenzione siglata fra il
master e l’ANBSC, i candidati avranno la possibilità di accedere ad uno
stage presso l’Agenzia, nelle sue sedi territoriali, così come designate dalla
recente Riforma.

L'ammissione al Master è subordinata al superamento della selezione e nei limiti dei posti disponibili. La scadenza delle iscrizioni è fissata per il 30 gennaio 2017. Le selezioni si svolgeranno il 4/02/2017.

Per informaizoni consultare il bando pubblicato sul sito dell'Università di Bologna:www.unibo.it, nell'area della didattica: Master.

Criteri di valutazione delle candidature:
  • Valutazione del cv
  • Colloquio individuale motivazionale

Sono ammesse tutte le lauree magistrali a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 o lauree di secondo ciclo o ciclo unico, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Requisiti per essere ammessi:
  • Laurea Magistrale/Specialistica/Vecchio ordinamento
Contributo per selezioni: SI
Numero massimo di studenti ammessi: 30
Sono disponibili 3 borse di studio Coop Alleanza 3.0 a coperturadella seconda rata del Master.Per verificare la presenza di ulteriori bandi per dipendentipubblici, contattare il tutor Ugo Dall’Olio:051 2091962.
Costo del master: 3500 Incl. IVA
Sono previste borse di studio
0 a copertura totale
3 a copertura parziale
Tutti i docenti forniscono materiale che verrà caricato sul portale di Ateneo accessibile solo dagli iscritti del Master. L'attività didattica viene svolta mediante lezioni frontali con l'ausilio di slides e filmati. Periodicamente verranno svolte esercitazioni su casi pratici. Verranno svolte lezioni anche mediante l'e.learning.
  • Accessibilità disabili
Sono previste 375 ore di stage presso Enti pubblici o Aziende

  • Book e/o database dei diplomati
  • Inoltro cv alle imprese
  • Monitoraggio feedback aziende
  • Individuazione aziende per stage
  • Affiancamento nei contatti con le aziende
  • Monitoraggio qualità del tirocinio
Richiedi maggiori informazioni a:
Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Master in Gestione e Riutilizzo di Beni e Aziende Confiscati alle Mafie. Pio La Torre

Puoi anche scrivere un messaggio:

* campi obbligatori

Acconsento alla registrazione dei miei dati nel data base Mercurius. I miei dati NON saranno mai ceduti a terzi ad esclusione della scuola contattata. Acconsento a ricevere informazioni sulle opportunità di formazione post-laurea.

Normativa privacy
  • Altre edizioni
  • Bologna - Italia

Social stream

Provenienza allievi Worldwide:
Sesso:
50%
50%
Esperienza professionale:
SI50%
NO50%
Età dei partecipanti:
  • Sotto 25

    10%
  • 26 - 30

    55%
  • 31 - 35

    25%
  • Oltre 35

    10%
Totali:
43
Professione Corpo Docente:
40%
Docenti universitari
50%
Professionisti
5%
Manager
5%
Imprenditori
* I dati potrebbero essere relativi alla Scuola e non al Master