Master in Immigrazione, Genere, Modelli Familiari e Strategie di Integrazione Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Il Master forma esperti dell'immigrazione e delle relazioni interculturali, per la progettazione e la gestione di interventi per l'integrazione dei migranti, nel settore pubblico e privato. L’offerta formativa è contrassegnata dalla prospettiva di genere e un taglio fortemente interdisciplinare, con la co-presenza di discipline sociologiche, storico-politiche, psicologiche, giuridiche, linguistiche, della comunicazione e sanitarie. Le professionalità prodotte e potenziate dal Master trovano il loro impiego nelle Amministrazioni dello Stato, nelle Amministrazioni locali e nelle organizzazioni del Terzo Settore, con riferimento alla progettazione, gestione e monitoraggio dei servizi e delle misure dirette all’integrazione dei migranti e delle loro famiglie. Tali professionalità sono inoltre spendibili anche nelle imprese, in ruoli relativi alle risorse umane e di promozione della responsabilità sociale dell’impresa. Stage in Italia o all'estero. Facilities.

Contatti Website

L’iniziativa nasce dalla cooperazione tra il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, il Centro Interdipartimentale di Migrazione,  Riconoscimento, Genere, Diversità (MERGED), a cui fa riferimento la Linea di Piano Strategico di Ateneo "Per un modello di Governance del fenomeno migratorio: una prospettiva interdisciplinare e diacronica", ONG e enti locali.  L’idea scaturisce dalla considerazione che troppo spesso la progettazione e la gestione degli interventi a favore dell’integrazione degli immigrati non tengono conto delle differenze di genere e della complessità culturale e sociale che definisce l’universo dell’immigrazione, sottovalutando l’urgenza di offrire risposte adeguate alle numerosissime domande che arrivano.

Il Master è articolato in lezioni frontali, seminari, esercitazioni e laboratori, stage, elaborazione guidata di una tesi conclusiva ed attività di studio individuale. Le lezioni avranno luogo nei giorni di venerdì e sabato (ore 9.00-12.30; 14.00-17.30)

Il completamento degli stage e la stesura dell’elaborato finale sono previsti entro aprile 2017.

A conclusione del Master è previsto il superamento di un esame finale consistente nella presentazione e discussione di una tesi basata sulle competenze acquisite durante il corso e lo stage.

Lo stage può essere svolto su tutto il territorio nazionale oppure all'estero, sia in contesto di ricerca sia in ambito operativo.

Le normali lezioni sono integrate con giornate di formazione e convegni aperti (con partecipazione facoltativa) anche alla cittadinanza con il coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni e la presentazione dei risultati della ricerca pavese e internazionale.

Finalità

La visione che ispira l’offerta formativa del Master è la seguente:

La progettazione e gestione degli interventi a favore dell’integrazione dei migranti deve essere informata dalla consapevolezza tanto delle diversità culturali della popolazione immigrata che delle differenze di genere e dei modelli familiari.

Le donne migranti costituiscono soggetti a doppio rischio di discriminazione ed esclusione sociale (in base al sesso e in base alla condizione di migranti) e debbono essere destinatarie di misure specifiche volte a combattere tale doppio rischio di esclusione.

Dal successo di politiche di integrazione calibrate sui bisogni delle famiglie e delle madri dipende un soddisfacente inserimento sociale degli immigrati di seconda generazione.

La progettazione e gestione di interventi a favore dell’integrazione richiede la una preparazione di carattere fortemente interdisciplinare che promuova non solo la conoscenza degli aspetti socio-culturali e legali del fenomeno migratorio, ma anche conoscenza di aspetti tecnici delle politiche.

Il Master ha lo scopo di formare e potenziare le capacità progettuali e di gestione delle figure professionali che sono chiamate a disegnare, gestire e monitorare servizi e misure volti a facilitare l’integrazione degli immigrati e delle loro famiglie.

Le professionalità prodotte e potenziate dal Master trovano il loro impiego nelle Amministrazioni dello Stato, nelle Amministrazioni locali e nelle organizzazioni del Terzo Settore, con riferimento alla progettazione, gestione e monitoraggio dei servizi e delle misure dirette all’integrazione dei migranti e delle loro famiglie. Tali professionalità sono inoltre spendibili anche nelle imprese, in ruoli relativi alle risorse umane e di promozione della responsabilità sociale dell’impresa.

Sei moduli formativi:

1. Aspetti demografici, economici, sociali, culturali delle migrazioni (11 CFU). Aspetti demografici e antropologici delle migrazioni, sociologia delle migrazioni e delle relazioni interetniche, studio dei modelli familiari e delle politiche di integrazione e di lotta alla discriminazione etnica e di genere, problemi legati alla devianza, analisi delle politiche pubbliche. Metodologie di ricerca sul campo e tecniche di analisi e rilevazione dei dati

2. Migrazioni internazionali (5 CFU). Per ciascuna delle aree: informazioni sulla situazione politica e socioeconomica per facilitare la comprensione del contesto dell’emigrazione

3. Linguistica (6 CFU). Competenze sulle dinamiche di comunicazione interculturali; diverse modalità di comunicazione che, se non conosciute, possono generare gravi incomprensioni; specificità culturale dei significati, realtà sociolinguistica italiana e dei paesi di provenienza degli immigrati, politiche di multiculturalismo e multilinguismo nell’Unione Europea

4. Migrazioni e diritto (7 CFU). Competenze di base sulle discipline normative nazionali, comunitarie e internazionali relative alle politiche migratorie con particolare riguardo ad ingresso, ricongiungimento familiare e diritti sociali degli immigrati

5. Discipline sanitarie (7 CFU). Aspetti sanitari ed epidemiologici legati all’immigrazione, con particolare riguardo alla specificità di genere: medicina e mediazione culturale, ostetricia e ginecologia, pediatria, medicina del lavoro, disagio psichico dei migranti

6. Psicologia dello sviluppo e dell’educazione (4 CFU). Tematiche della psicologia evolutiva centrali per la comprensione della formazione delle identità, costruzione del sé narrativo delle bambine e dei bambini, interazioni e contesti dello sviluppo tra basi genetiche e influenze ambientali condivise e non condivise

STAGE   (10 CFU)

ELABORATO FINALE (10 CFU)

Alcune borse sono offerte da enti esterni e/o prevedono la collaborazione ad un progetto di ricerca. Alcune borse sono ricavate da un contributo in memoria di Anna Maria Calori
Costo del master: 2500 Esente IVA
Sono previste borse di studio
5 a copertura parziale
Richiedi maggiori informazioni a:
Università degli Studi di Pavia
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Master in Immigrazione, Genere, Modelli Familiari e Strategie di Integrazione

Puoi anche scrivere un messaggio:

* campi obbligatori

Acconsento alla registrazione dei miei dati nel data base Mercurius. I miei dati NON saranno mai ceduti a terzi ad esclusione della scuola contattata. Acconsento a ricevere informazioni sulle opportunità di formazione post-laurea.

Normativa privacy
  • Altre edizioni
  • Pavia - Italia 27 febbraio 2017
Provenienza allievi Worldwide:
Totali:
84
Stranieri:
10%
Professione Corpo Docente:
30%
Docenti universitari
20%
Ricercatori/lettori/visiting professor
20%
Politici, funzionari PA, lobbisti
20%
Professionisti
10%
Consulenti/liberi professionisti
* I dati potrebbero essere relativi alla Scuola e non al Master

Università degli Studi di Pavia

(1)
  • Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (1)